skip to Main Content
Altair Chimica Di Fronte All’Emergenza Coronavirus

Mentre il COVID-19 continua a diffondersi e i governi adottano misure via via più restrittive per limitarne gli impatti negativi, Altair Chimica ha adottato fin dal 24 Febbraio scorso importanti misure di contenimento della diffusione del virus, alcune delle quali con largo anticipo rispetto alle misure stabilite dal Governo Italiano: queste misure hanno l’obiettivo primario di proteggere la salute dei suoi impiegati e collaboratori, dei clienti e dei fornitori – come i partner che assicurano i trasporti a livello nazionale e internazionale.

In particolare, fin da subito è stato creato un Comitato per l’applicazione e la verifica delle misure adottate per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, in grado di assumere tutte le necessarie iniziative durante il perdurare della crisi, con la partecipazione di tutte le funzioni aziendali coinvolte e delle rappresentanze sindacali.

In merito alla gestione degli spazi comuni, fin dal 24 Febbraio:

  • è stato sospeso il servizio mensa;
  • è stato regolamentato restrittivamente l’uso delle macchinette del caffè e degli erogatori di bevande e snack;
  • per tutti i dipendenti in condizioni fragili e con patologie attuali o pregresse o che possano comportare rischi di immunodeficienza è stata prevista la possibilità di allontanamento dal lavoro.

Il personale interno ed esterno, prima dell’accesso al luogo di lavoro, è sottoposto al controllo della temperatura corporea, ogni giorno e ad ogni cambio di turno. Se tale temperatura è superiore ai 37.5°, al lavoratore non è consentito l’accesso ai luoghi di lavoro.

Misure igieniche come il mantenimento delle distanze di sicurezza, il lavaggio frequente delle mani, ecc. sono state raccomandate. Inoltre, disinfettanti per mani a base di alcool sono stati messi a disposizione dei lavoratori.

Mascherine di tipologia corrispondente alle indicazioni delle autorità scientifiche e sanitarie sono state fornite a tutti i lavoratori come dispositivi di protezione individuale.

Servizi igienici separati per i lavoratori interni, i fornitori esterni e i trasportatori sono stati resi disponibili, con prodotti detergenti, mezzi per asciugarsi e prodotti disinfettanti delle mani.

Misure addizionali giornaliere di pulizia e sanificazione dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni sono state adottate. È stato disposto un servizio di sanificazione dei locali una volta a settimana e sono state date disposizioni al personale in turno per la pulizia a fine turno e la sanificazione periodica di tastiere, schermi touch, mouse con adeguati detergenti all’interno degli uffici e dei reparti produttivi. Le strade dello stabilimento vengono sanificate con soluzione di ipoclorito di sodio al 2% due volte a settimana.

Ai trasportatori in entrata ed uscita dallo stabilimento sono state date disposizioni in merito alle modalità operative per ridurre i rischi di contagio, tra cui l’obbligo di stare a bordo dei propri mezzi durante le attività di carico e scarico, l’obbligo di tenersi alla rigorosa distanza di almeno 1 metro dagli altri lavoratori in caso sia necessario scendere dal mezzo, il divieto di accedere ai locali in cui è presente il personale di stabilimento. Per trasportatori e altro personale esterno sono stati individuati servizi igienici dedicati, per i quali è garantita un’adeguata pulizia giornaliera.

Le attività aziendali sono state limitate a quelle essenziali. Nessuna visita da parte di clienti o fornitori è consentita; i viaggi di lavoro sono stati differiti; le riunioni interne o esterne previste sono state o differite o sostituite con video-conferenze via web.

Tutti i lavoratori le cui attività possono essere svolte anche presso il proprio domicilio sono stati messi in condizione di poter lavorare a distanza.

Per i dipendenti dedicati alla produzione, è stato assicurato uno specifico piano di turnazione, con l’obiettivo di diminuire al massimo i contatti tra le persone e garantire in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno 1 metro.

Per tutto il personale interno sono stati definiti orari di ingresso/uscita scaglionati.

Nell’assicurare con la propria continuità operativa la possibilità di fornire al mercato i prodotti essenziali in questo momento di crisi, Altair Chimica si impegna al massimo per adottare ogni possibile precauzione per proteggere i propri lavoratori, i fornitori e i clienti.

Altair Chimica è orgogliosa della propria ferma intenzione di non ridurre il salario a nessun collaboratore e di aiutare la comunità locale e i territori limitrofi, così come tutte le parti interessate e i propri interlocutori in un periodo critico come questo.

Back To Top